Cosa è il contratto di affidamento fiduciario

L’ affidamento fiduciario è quel contratto con il quale l’affidante, concorda con l’affidatario, la destinazione di beni a favore di uno o più beneficiari, in base ad un programma, la cui implementazione è assegnata all’affidatario fiduciario.

Focus
14.02.2020

Cosa è il contratto di affidamento fiduciario

14 febbraio 2020

Focus

I beneficiari dell'affidamento fiduciario

Possono essere persone fisiche o persone giuridiche e possono essere sia  beneficiari dei proventi derivanti dai beni affidati sia beneficiari dei beni stessi  affidati loro nel corso o al termine dell’affidamento fiduciario

L’oggetto del contratto è un trasferimento di beni, in particolare l’oggetto è rappresentato dal programma di destinazione e la finalità è di  offrire garanzia di gestione  e di segregazione patrimoniale.

Rappresenta uno strumento alternativo al trust e all’atto di destinazione, andando ad offrire un meccanismo generale di segregazione e di facile gestione; nello specifico nel contratto di affidamento fiduciario i beni sono modificabili mentre è l’attività compiuta sui beni stessi ad essere vincolata.

Nel contratto di affidamento fiduciario, l’affidatario riceve un diritto di proprietà temporaneo sui beni oggetto del programma con una determinata destinazione nell’interesse dei beneficiari individuati. Tali beni risultano segregati rispetto al suo patrimonio personale. 

L’affidatario può inoltre essere revocato e sostituito dall’affidante, senza che il contratto si interrompa mai e senza che il fondo venga mai a trovarsi in assenza del titolare della gestione.

In caso di decesso dell’affidante, il contratto di affidamento proseguirà seguendo le disposizioni del programma di destinazione.

Per quanto riguarda i beneficiari, questi possono essere persone fisiche o persone giuridiche e possono essere sia  beneficiari dei proventi derivanti dai beni affidati sia beneficiari dei beni stessi  affidati loro nel corso o al termine dell’affidamento fiduciario.

In conclusione il contratto di affidamento fiduciario – una volta completato il quadro normativo di riferimento - permetterà numerosi vantaggi; in particolare rappresenterà uno strumento di segregazione patrimoniale, consentendo di fruire di una gestione dinamica con la finalità di garantire la realizzazione di un programma di destinazione affinchè il patrimonio passi senza soluzione di continuità al beneficiario finale.